Google 2015 odissea del pay per click

In un post del suo blog ufficiale, Google immagina l’advertising nel 2015 e fa alcune ipotesi:

  • il 50% delle campagne con video con un costo di base pay-per-view solo se l’utente sceglie di vedere il video;
  • il 50% degli annunci sarà in realtime;
  • dominerà il mobile;
  • ci saranno altre metriche oltre al semplice click (ad es. per misurare l’efficacia delle campagne brand);
  • il 75% degli annunci sarà di natura sociale in decine di formati, siti e community social;
  • oggi gli ads rich media occupano il 6% del display advertising. La fetta salirà fino al 50% (per campagne brand).
  • gli investimenti nel display advertising saliranno nei prossimi anni a 50 milioni di miliardi di dollari.

Google parla poi di poi 4 tecnologie che verranno introdotte a breve o che sono già in preview:

  1. Gli annunci “TrueView” su YouTube che l’utente può scegliere se vedere o meno prima di vedere un video.
  2. Oppure potrà scegliere tra più video promozionali di vedere quello che desidera;
  3. Con la nuova tecnologia di Teracent inoltre gli ads possono modificare alcuni elementi in tempo reale per essere più efficaci (come ad es. in base a fattori geografici e di lingua o del contenuto del sito o l’ora del giorno);
  4. La preview di Google Goggles permette di cercare su dispositivi mobili a partire da un’immgine. Potrebbe essere estesa anche agli inserzionisti mostrando pubblicità pertinenti in base a cosa l’utente seleziona con il suo dispositivo.

Cosa penso di tutto questo ?

Che nel post ricorre più volte l’interesse al brand.

Che dopo Caffeine e Instant Google stia dopando anche il display advertising.

Che Google ha potenti “predictive tools” per cui chissà che tutto questo non si avveri anche prima del 2015.

Aggiornamento

Guarda anche la sezione dedicata di Google dal nome Watch this space.

E tu cosa pensi ? Scrivilo qui sotto…

Commenta con Facebook

Commenti

Loading Facebook Comments ...

7 Comments

  • Roberto Pala

    Reply Reply ottobre 4, 2010

    Ciao Francesco
    Beh, dire che le ipotesi siano più che plausibili è poco. Sicuramente, anche a mio avviso, si muoverà su brand e fattori correlati. In quel campo, infatti, penso che possano ottenere nettamente maggiori guadagni rispetto a quelli che ottengono attualmente.

    Per quanto riguarda il display advertising, è un mondo ancora tutto da scoprire ma che sicuramente rappresenterà uno dei pilastri dell’advertising online a breve-medio termine. Quello che conosciamo ora sono veramente solo le briciole.

    Saluti
    Roberto

    • admin

      Reply Reply ottobre 4, 2010

      Ciao Roberto grazie per il tuo commento.
      Fa sempre piacere ascoltare il tuo punto di vista.

  • Angelo Milan

    Reply Reply ottobre 5, 2010

    Wow! 50 milioni di milardi di dollari :O
    Sono un tipo ambizioso, ma nemmeno io riesco ad arrivare ad immaginarmi una cifra del genere!

    • Francesco

      Reply Reply ottobre 5, 2010

      Eh si sono grandi cifre. E Google ragiona sempre in grande.

  • Angelo Milan

    Reply Reply ottobre 5, 2010

    Eh eh, in realtà era un modo per farti notare che si tratta “solo” di 50 miliardi di dollari 😉

    • Francesco

      Reply Reply ottobre 5, 2010

      Cosa non si fa per ottenere 2 backlink…

Leave A Response

* Denotes Required Field