Google Boost Ads cosa devi sapere

Di Google Boost Ads ho dato notizia su una pillola di questo blog.

E’ una versione semplificata di annunci AdWords che puoi attivare direttamente dal tuo account Google Places (quando sarà disponibile in Italia):
settaggi google boost ads

Al momento Google Boost Ads è attivo in 3 città degli Stati Uniti (Houston, San Francisco e Chicago) e prevede:

  • una descrizione di 70 caratteri al massimo;
  • la pagina di destinazione (sito o scheda Google Places);
  • Categorie merceologiche dove comparire;
  • Budget mensile dedicato alla campagna.

Gli annunci sono già localizzati e la selezione delle keyword è già fatta (si tratta spesso di categoria + località o nome business + località).

Come nel fratello più grande AdWords anche in Google Boost Ads il cliente finale paga solo per i click ricevuti e ha a disposizione un pannello di controllo dal quale monitorare l’andamento della campagna.

Anche la gestione del budget è semplificata perché si tratta di un modello basato su budget mensile.

Pertanto se l’inserzionista decide il giorno 20 del mese di cambiare budget, Google Boost Ads farà 2 conti separati, ricalcolando prima il vecchio budget e i costi già sostennuti fino al momento del cambio.

Google Boost Ads applica poi il nuovo budget assegnato ai giorni restanti per arrivare alla fine del mese (includendo anche il giorno in cui l’inserzionista ha cambiato il budget).

Ecco come si presentano gli annuci di Boost Ads nella SERP:

serp google con boost ads

Al momento Google offre 30 giorni di prova nelle aree coperte dal servizio.

Puoi approfondire leggendo qui la guida di Google Boost Ads.

Hai commenti o idee su questo articolo ?

Scrivi le tue osservazioni qua sotto.

Francesco
 

Commenta con Facebook

Commenti

Click Here to Leave a Comment Below 1 comments
Loading Facebook Comments ...