I vampiri del tempo

In questo blog è da un pò di tempo che non riprendo un tema importante. Il tema del tempo.

Ne ho già parlato in diverse occasioni e in particolare riguardo a:

Ero arrivato sulla scia di Leo Babuta a definire anche le strategie e gli strumenti per lo zen consultant.

Rileggevo qualche ora fa No B.S. Time management for entrepeneurs di Dan Kennedy, che descrive alcuni vampiri del tempo, così ho deciso di scrivere questo post.

Il vampiro del tempo

Sei nel mezzo di terminare una cosa importante, quando ti senti chiedere se  “Hai un minuto?.

Oppure “Ho solo una domanda veloce, puoi aiutarmi ?”.

Dietro a questa semplice e innocua domanda si nasconde un vampiro. Il vampiro del tempo. Del tuo tempo.

La domanda è veloce, quindi sei tentato da rispondere. E poi ti ha detto che si tratta solo di un minuto. Cosa vuoi che sia ?

Ora dice Dan Kennedy, già il fatto che il vampiro ti chieda se hai del tempo vuol dire che il tuo tempo è meno importante di quello del vampiro che chiede la tua attenzione.

Una cosa è certa: il vampiro non sa può sapere cosa stai facendo. Non sa che stai facendo una cosa di estrema  importanza.

Il vampiro del meeting

Per Dan Kennedy Il vampiro del meeting è un vampiro del tempo comune e molto diffuso tra le  aziende.

E’ un modo per nascondere il fare e prendere responsabilità, tra pause caffè e tempo di business reso improduttivo.

Una media piuttosto datata (la 1° edizione di Dan Kennedy dovrebbe essere del 2004)  indicava in 20-40 circa ore al mese per meeting con una media per 1,7 ore al giorno per i manager e gli executive.

Aggiugiamo che spesso i meeting durano più di 2 ore.

Dice Dan Kennedy: c’è internet, ci sono le email e altri modi per comunicare. Se proprio devi andare a un meeting chiediti “Ha proprio senso che ci vada? C’è un altro modo per raggiungere lo stesso obiettivo?”.

E se invece lo devi organizzare ecco una serie di suggerimenti utili per non perdere tempo:

  1. organizza il meeting subito prima di pranzo, o a fine giornata così da arginare i vampiri del tempo e obbligarli a fare le loro cose prima senza disturbarti;
  2. non offrire bevande rinfrescanti;
  3. diffondi l’ordine del giorno in anticipo;
  4. comunica in modo chiaro, sempre in anticipo, l’obiettivo del meeting.

Il vampiro del trivial pursuit

Il terzo vampiro per Dan Kennedy gioca a Trivial Pursuit, perché non sa distinguere tra le cose importanti e non importanti.

Ti interromperà per chiederti e dirti di tutto, perché non è organizzato.

In altre parole non ha una lista di priorità da rispettare.

Il vampiro della soap opera

L’ultimo esemplare di vampiro è più difficile da gestire degli altri perché assorbe non solo il tempo ma anche le tue energie vitali ed emozionali.

Succede infatti che alcune persone vivono ogni cosa al punto che si fanno prendere da una crisi e  trasformano un sassolino in una montagna.

Questo è il vampiro strappalacrime della soap opera.

Tieni presente che spesso il vampiro della soap opera non vuole soluzioni ai suoi problemi, ma solo una spalla dove appoggiarsi…. e morderti sul collo quando meno te lo aspetti.

Come ogni vampiro che si rispetti anche il vampiro della soap opera succhia le tue energie, ma a differenza dei precedenti tipi di vampiri, questo succhia anche le tue energie emozionali.

Come neutralizzarlo ? In due modi. Il 1° più radicale è tenere il vampiro alla larga da te. Oppure lo mordi sul collo anche tu raccontandogli una storia triste e noiosa così da deprimere ancora di più il suo stato d’animo :-).

Ti ha morso qualche vampiro ?

Parliamone o discutiamone qui sotto 🙂

Francesco
 

Commenta con Facebook

Commenti

Click Here to Leave a Comment Below 5 comments
Loading Facebook Comments ...