5 aggiornamenti di AdWords

by Francesco on novembre 5, 2012

Google AdWords continua a rinnovarsi giorno dopo giorno e le modifiche si susseguono una dietro l’altra a grande velocità. Oggi ti voglio segnalare 5 variazioni importanti che sono state introdotte, o che stanno per essere introdotte.

La parola chiave è visibile nel rapporto delle query di ricerca.

Partiamo da una chicca che ho di cui ho parlato anche in un post analogo su AdWorld Experience: l’introduzione della parola chiave nel rapporto delle query di ricerca (search query report). Mi sono accorto per errore del nuovo campo :) Mentre stavo personalizzando un report con delle colonne, ho cliccato la voce Attributi e ho scoperto che lì, zitta zitta, c’era lei: Parola chiave.

Questa modifica è molto importante in quanto Google sta mostrando più trasparenza possibile verso l’inserzionista. Dopo il rapporto informativo sulle aste mi pare una bella innovazione in AdWords.

Al momento ho visto che non ne hanno dato notizia altri, ad eccezione di semwisdom qui. Il post è datato 23 Ottobre, ed è quindi la conferma (secondo me) che la modifica è stata condotta in sordina e da pochissimo tempo.

Annunci dinamici per tutti.

Ne avevo parlato anche durante la tavola rotonda di AdWorld Experience. Gli annunci dinamici, o dynamic ads, ti permettono di creare campagne in automatico a partire dalle pagine del tuo sito.

E’ un tipo di campagna in rete di ricerca molto speciale perché senza keywords.

Inoltre non dovrai spremerti troppo le meningi per scrivere tante varianti di annunci, perché Google le scriverà per te.

In pratica che cosa succede? Succede che:

  1. Scrivi le righe del corpo dell’annuncio.
  2. Indichi a Google quali pagine del tuo sito utilizzare.
  3. Google utilizzerà come keyword di ricerca le keyword presenti nelle pagine indicate.
  4. Inoltre con le stesse keyword Google genererà al posto tuo i titoli degli annunci.

Fonti:

Annunci ottimizza per le conversioni.

Se usi il CPA Optimizer (Strumento Ottimizzazione Conversioni), oppure il CPC Enhanced (CPC Ottimizzato) arriva una importante novità che riguarda i tuoi annunci.

Dal prossimo 12 Novembre gli annunci saranno forzati da Google a ruotare con l’opzione “Ottimizza per le conversioni”.

Ora visto che fino al 9 Novembre è possibile uscire da questa imposizione facendo opt-out attraverso questa form, io te lo consiglio vivamente.

Perché ti suggerisco di fare opt-out? Perché non mi è mai piaciuto come funziona l’opzione “Ottimizza per le conversioni”. Cito dalla guida online di Google AdWords (grassetto mio):

Ottimizza per le conversioni Se non sono disponibili dati sulle conversioni sufficienti per determinare quale annuncio può generare il maggior numero di conversioni, gli annunci vengono pubblicati a rotazione per ottimizzare i clic. Se non sono disponibili dati sulle conversioni sufficienti per determinare quale annuncio può generare il maggior numero di conversioni, gli annunci vengono pubblicati a rotazione per ottimizzare i clic.

Riflettici: che senso ha, se ottimizzo per le conversioni, ottimizzare per i click quando mancano dei dati? Non dimentichiamo che ottimizzare per i click è l’opzione predefinita,  preferita da Google, perché aumenta i suoi guadagni. Peccato che questa opzione, da sempre, impedisca di fare split test degli annunci in modo scientifico.

Qui trovi sul blog ufficiale di AdWords la notizia del cambio rotazione annunci.

Aggiornamento della colonna impression share.

A brevissimo la colonna “Impression share” diventerà più precisa e verranno distinte le metriche della rete di ricerca da quelle della rete display. Inoltre verrà introdotta anche questa informazione a livello orario. Tuttavia la vecchia metrica sarà disponibile e scaricabile attraverso rapporti AdWords soltanto per i primi giorni di Novembre, quindi se vuoi conservare uno storico di “Impression share” per le tue attuali campagne è il momento giusto di farlo. Non è detto tu abbia, più avanti, un’altra possibilità.

Dopo la modifica, fino a Febbraio 2013, potrai scaricare i dati disponibili della vecchia metrica “Impression share” da Ottobre 2012 in poi.

Dopo Febbraio 2013 la vecchia metrica sarà rimossa del tutto e potrai accedere soltanto alle nuove metriche.

Fonte sul potenziamento di impression share:  blog ufficiale di Google.

Controllo più ferreo dei sitelinks.

I controlli sui sitelinks diventeranno più rigidi perché Google dichiara di aver visto aumentare il numero di sitelinks che linkano la stessa landing page. Invece ogni sitelinks deve puntare ad una landing page diversa, per offrire un’esperienza di navigazione specifica all’utente.

La fonte ufficiale sulla policy dei sitelinks è il blog di Google AdWords.

Vuoi restare aggiornato?

Seguimi su Twitter o sulla fan page Facebook.

 

{ 5 comments… read them below or add one }

1 Luca Bersani novembre 20, 2012 alle 10:45 am

Ottimi aggiornamenti come al solito in particolare, a mio avviso, quello sugli “annunci dinamici” che potrei implementare per qualche campagna con notevole risparmio di tempo…..

Adesso però sono un po’ occupato sul fronte “link building” e dopo il ricorso MASSICCIO all’ article marketing e ai comunicati stampa degli ultimi mesi sono a corto di idee…..mi sapresti indicare se c’è qualche directory valida per aumentare il page rank per Google o se tale strumento è ormai da escludere del tutto (in quanto non più “in trust” per Google) ???

Grazie mille e ti seguirò volentieri anche su FB e GOOGLE + :::)))

2 Luca Bersani novembre 21, 2012 alle 2:05 pm

Francesco scusa ancora, mi sapresti indicare se c’è qualche directory valida per aumentare il page rank per Google o se tale strumento è ormai da escludere del tutto (in quanto non più “in trust” per Google) ???

3 Francesco novembre 21, 2012 alle 2:08 pm

Il pagerank è una metrica fallace da tempo…
Perché alle porte del 2013 vuoi aumentare la barretta verde?

4 Danilo novembre 25, 2012 alle 12:36 pm

Ciao Francesco,
l’ultima novità sul controllo dei sitelinks è giusta tuttavia è divertente il fatto che proprio alcuni membri del team di Google Adwords suggerivano tale tecnica :)

5 Francesco dicembre 6, 2012 alle 12:54 am

Ciao Danilo, che strano… il tuo commento era finito in spam :(.
Confermo: anche a me più volte l’assistenza AdWords ha suggerito tale tecnica.

Leave a Comment

Login with Facebook:

Previous post:

Next post: