(Not provided) su AdWords: l’eclisse di keyword

Si è un’eclisse. Parziale ma sempre di un’eclisse si tratta. Google, purtroppo, ha annunciato che estenderà il (not provided) anche a Google AdWords entro le prossime settimane. Ieri mattina c’era un post su Search Engine Land che lo diceva. Ieri sera l’amara scoperta con la conferma ufficiale che ho pubblicato anche su Twitter.

Cosa significa per noi questa variazione?

Significa che su Google Analytics non vedremo più i dati legati ad AdWords. Questo vuol dire di sicuro “problemi” di lettura dei dati per le query e per le keyword che generano transazioni multicanale e anche brancolare un po’ di più nel buio per le transazioni e conversioni tradizionali. Da cosa è stato comunicato sembra che le query siano perse per sempre in Google Analytics (saranno invece accessibili ancora in AdWords, attraverso rapporti, script e API). Per le keyword dovremmo risolvere modificando tutte le URL di tutti gli annunci AdWords. Grazie a ValueTrack  potremmo ancora sapere la keyword e il tipo di match che hanno generano l’accesso al sito, e l’eventuale conversione. La cosa più interessante della vicenda è, come sempre, che nei comunicati ufficiali Google non dice tutta la verità.

Google non dice tutta la verità riguardo ad AdWords.

Da diversi anni il rapporto delle query di ricerca di Google AdWords aggrega, nell’ultima riga “Altri termini di ricerca”, tutte quelle query, statisticamente poco rilevanti per AdWords (ma un po’ rilevanti per il portafogli e non solo) e che su AdWords non vengono mostrate. In Google Analytics invece queste query sono sempre state visibili e hanno costituito da sempre una long tail interessantissima per ulteriori ottimizzazioni. Purtroppo non le avremo più. Ecco perché l’eclisse è parziale: di sicuro via AdWords continuerò a vedere le query, si, ma solo in parte.

Cosa potrebbe cambiare per gli inserzionisti?

Dal punto di vista degli inserzionisti ritengo che questa mossa da parte di Google AdWords sposterà di più l’attenzione su keyword ‘certe’ ovvero quelle a corrispondenza esatta in prima istanza e su quelle a frase in seconda. Immagino da una parte una competizione più serrata e CPC un po’ più elevati rispetto a quelli di ora per queste corrispondenze e forse CPC uguali a quelli attuali, o un po’ più ridotti, per le altre corrispondenze generiche. Mi auguro soltanto di aver sbagliato pronostico.

Approfondimenti

Per approfondire puoi leggere:

 

Francesco
 

Commenta con Facebook

Commenti

Click Here to Leave a Comment Below 5 comments
Loading Facebook Comments ...