Annunci desktop e mobile ora identici in Google AdWords

Ti sarà capitato, almeno una volta nella vita, di aver avuto un incubo e svegliarti durante la notte, tremante, madido di sudore e poi scoprire che… era un brutto sogno! Beh non è andata proprio così ieri sera, ma ci sono andato vicino.

Dopo aver trascorso una tranquillissima serata, con pizza e manga su Netflix, faccio l’ormai consueto esercizio dell’interruttore spento e mi addormento alla grande. Peccato che avevo avevo lasciato attiva, naturalmente per sbaglio, la suoneria del cellulare. Si vede che, tra tutte le possibilità che erano disponibili in quel momento, doveva andare proprio così.

E infatti alle 4.54 un BIP da cellulare mi sveglia. Strano, perché tutte le applicazioni su cellulare, email comprese, sono silenziate e solo whatusp può suonare.

Guardo whatsup e vedo 2 messaggi di Massimo Fattoretto (che mi scrive di rado, ma se lo fa ha un motivo preciso di farlo). Vedo il logo di Search Engine Land, dico tra me e me “si, vabbeh, gioventù bruciata: questo è pure giovane. Si vede che non c’ha niente di meglio da fare alle 5 di mattina” e torno ad appisolarmi.

Scopro solo questa mattina la notizia importantissima che Massimo aveva voluto condividere con me. Cosa sara mai? Google ha deciso di togliere la colonna destra degli annunci Google AdWords dalle SERP del motore di ricerca. La modifica è globale. Non c’è scampo, un po’ com’era successo nel 2013 con le campagne potenziate.

Ecco un esempio che Andrea Scarpetta ha postato su Facebook in una discussione odierna:

adwords-scarpetta

Cosa cambia per gli utenti?

Il succo della modifica è questo:
  • gli annunci della colonna destra vengono rimossi.
  • gli annunci sulle premium position, cioè sulla sinistra sopra gli organici, diventano 4, in caso di query commerciali particolarmente rilevanti.
  • sulla destra comunque ci saranno Google Shopping, il knowledge base e gli altri verticali di Google.
Perché Google ha deciso di eliminare la colonna destra degli annunci?

Per uniformare gli annunci desktop a quelli tablet e mobile. Anche perché in Google, attraverso uno studio sui click negli annunci a pagamento delle SERP che va avanti dal 2010, si sono accorti che i click si concentravano di più negli annunci premium che a destra.

In realtà dei test di Google con 4 annunci li avevamo già visti. Nel 2010 con gli annunci sui mutui   e Ginny Marvin due mesi fa, l’8 Dicembre 2015 riprendeva il tema parlando di un altro test.

Cosa cambia per gli inserzionisti?

Ci aiuta a capirlo un post dal blog di Performics:
  • i volumi di ricerca sono i soliti
  • gli spazi disponibili per gli inserzionisti sono 4 anziché 10-14 per cui i CPC sono più elevati
  • lo spazio si riduce per cui i piccoli inserzionisti a favore dei grandi brand
  • il punteggio di qualità sarà ancora più importante
  • per chiavi troppo generiche alcuni inserzionisti potrebbero scegliere di EVITARE le aste ppc troppo care, se  ben posizionati di SEO.

Un altro blog post da Merkle RKG, che fa riferimento a questo post di Moz, registra tre aspetti importanti:

  1. gli annunci a fondo pagina (sotto ai risultati organici) hanno aumentato le impression
  2. che da Moz Analytics il quarto annuncio in premium position è presente in più SERP
  3. per gli inserzionisti è un deja vu di quanto avvenuto già nel 2014 in ri ricerche con pochi annunci.

Cosa ne pensi?

Segui il post su Facebook, oppure scrivi qui sotto.

Francesco
 

Commenta con Facebook

Commenti

Click Here to Leave a Comment Below 1 comments
Loading Facebook Comments ...