Come impostare la rotazione degli annunci

La rotazione degli annunci è il modo in cui il sistema mostra gli annunci della tua campagna. Infatti la rotazione degli annunci si imposta a livello di campagna e tale impostazione riguarda tutti gli annunci di tutti i gruppi di annunci di una campagna.

Ci sono 4 opzioni possibili:

  1. Ottimizza per i clic.
  2. Ottimizza per le conversioni.
  3. Ruota in modo uniforme.
  4. Ruota a tempo indeterminato.

Quando crei una nuova campagna, il sistema imposta in automatico la rotazione degli annunci all’opzione numero 1: “Ottimizza per i clic”.

Leggendo la descrizione nota come le prime due opzioni “ottimizzano” mentre le altre due semplicemente “ruotano” gli annunci. Vediamo ogni opzione.

Ottimizza per i clic.

Vuol dire: mostra l’annuncio che genera più clic.

Esempio: oggi hai creato un nuovo gruppo di annunci. Hai inserito 3 annunci. Il gruppo di annunci genera circa 50 clic al giorno e dopo 3 giorni il gruppo di annunci ha totalizzato 150 clic. Ogni annuncio ha ricevuto un numero di clic diverso:

  • il primo annuncio ha ricevuto 75 clic.
  • il secondo annuncio 45 clic.
  • il terzo annuncio 30 clic.

Il sistema, sulla base dei clic ricevuti, considera vincente il primo annuncio perché ha generato più clic.

Cosa succederà nei giorni successivi? Succederà che Google AdWords mostra il primo annuncio per -ad es.- il 95% delle volte, certo che questo annuncio genererà più clic di tutti. Gli altri annunci vengono pubblicati sempre di meno. Entro qualche altro giorno in pratica accade questo: il primo annuncio diventa l’unico annuncio pubblicato sistema. Gli annunci numero 2 e 3 non vengono più pubblicati.

Attivando “Ottimizza per i clic” è come se dicessi al sistema “genera più clic possibile verso la mia landing page”. Questa opzione considera soltanto il numero di clic e va benissimo se l’obiettivo della tua campagna è un obiettivo di traffico. Se vuoi generare un botto di traffico, “Ottimizza per i clic” è l’opzione giusta.

Tuttavia chi usa Google AdWords per marketing a risposta diretta lo fa per generare non solo clic, ma soprattutto conversioni, cioè in lead e vendite. Ora, immagina di aver ottenuto:

  • il primo annuncio ha ricevuto 75 clic e nessuna conversione.
  • il secondo annuncio ha ricevuto 45 clic e una conversione.
  • il terzo annuncio ha ricevuto 30 clic e una conversione.

Lo scenario d’esempio è molto comune, ed ecco perché sconsiglio vivamente l’uso di “Ottimizza per i clic” che continuerebbe a generare soltanto costi certi e nessun risultato concreto.

Ottimizza per le conversioni.

Vuol dire: mostra l’annuncio che ha generato più conversioni.

Quando crei una nuova campagna il sistema non ha informazioni su quante conversioni hanno creato i tuoi annunci. Per tanto attiva l’opzione “Ottimizza per le conversioni” soltanto dopo che la tua campagna ha generato un numero sufficiente di conversioni, in modo stabile e costante per un periodo di tempo (ti suggerisco almeno una cinquantina di conversioni negli ultimi 30 giorni).

Immagina di gestire una campagna esistente nel tuo account che negli ultimi 30 giorni ha generato

  • il primo annuncio ha ricevuto 750 clic e nessuna conversione per un costo di 375 euro.
  • il secondo annuncio ha ricevuto 450 clic e 11 conversioni per un costo di 234 euro (CPA 21,27 euro).
  • il terzo annuncio ha ricevuto 300 clic e 9 conversioni per un costo di 147 euro (CPA 16,33 euro).

Se attivi adesso “Ottimizza per le conversioni” il sistema premierà di più il secondo annuncio rispetto agli altri che, come vedi, ha un costo di conversione CPA sensibilmente più elevato del terzo annuncio.

Ruota in modo uniforme.

La descrizione dell’opzione numero 3 “Ruota in modo uniforme” non è chiarissima; infatti si legge

“Mostra gli annunci in modo più uniforme per almeno 90 giorni, poi ottimizza”.

Leggendo capisco che i miei 3 annunci ruoteranno in modo più uniforme tra loro per almeno 3 mesi.

Poi Google AdWords “ottimizza” gli annunci.

Ma in base a cosa “ottimizza” ? Di nuovo in base ai clic, per cui dopo 90 giorni, è come se avessimo scelto l’opzione numero 1.

Ruota a tempo indeterminato.

L’ultima opzione è per me la migliore, ed è quella che ti raccomando di attivare e di tenere sempre attiva nelle tue campagne.

Questa opzione fa in modo che gli annunci ruotino in modo uniforme a tempo indeterminato, e voglio soffermarmi un attimo di più sulla descrizione:

“Mostra gli annunci con rendimento più scarso in modo più uniforme insieme ad annunci con rendimento più elevato e non ottimizzare“.

Rileggi la descrizione e nota come non dica qualcosa del tipo “Ruota gli annunci in modo più uniforme per sempre”.

L’attenzione viene messa su aspetti negativi (se hai fatto PNL, la riconoscerai in azione) come avere annunci con “il rendimento più scarso” e sul “non ottimizzare”. In pratica la descrizione è scritta in modo da spaventare chi è agli inizi con Google AdWords.